martedì 27 novembre 2012

Vanità delle vanità, tutto è vanità


Vanità delle vanità, dice Qoèlet,

vanità delle vanità, tutto è vanità.

Quale utilità ricava l'uomo da tutto l'affanno
per cui fatica sotto il sole?

Una generazione va, una generazione viene
ma la terra resta sempre la stessa.

Il sole sorge e il sole tramonta,
si affretta verso il luogo da dove risorgerà.

Il vento soffia a mezzogiorno, poi gira a tramontana;
gira e rigira
e sopra i suoi giri il vento ritorna.



Così inizia l'Ecclesiaste, a cui si ispira Walter Angelici per le sue 'carte intelate' esposte al Museo della città di Rimini nella mostra "Walter Angelici. Carte del Cielo e della terra".



Macchie di colore che sembrano sgorgare dagli incubi, nutrendosi delle nostre paure.

Il gruppo delle incisioni è il più straziante: ogni singola immagine è carica della malinconia di chi ha perso la speranza e può solo aggrapparsi con forza al suo buco nero per poter vivere.


Allora perché ho cercato d'esser saggio?
Dov'è il vantaggio? E ho concluso:
anche questo è vanità.
(2,15)





Case abbandonate, spettrali e cupe. Nere macchie crudeli rubano luce alla tela e il respiro a chi le osserva. Figure isolate e immobili, congelate nella loro solitudine, senza forze. Figure sfocate, senza volto e dai contorni inafferrabili, eppure fortemente presenti e vive nel loro truce profilo per linee tremule.



Anime perse, anime alla deriva. 


In queste immagini c'è la forza dell'apocalisse, dell'ultimo feroce grido di vita di fronte alla morte, alla finitudine dell'uomo e all'insensatezza della vita.






Molta sapienza, molto affanno;
chi accresce il sapere, aumenta il dolore.
(1, 16)




Dimenticavo: alla mostra NON ESISTONO didascalie delle opere, se non un grande cartellone introduttivo. Al di là del nome (che troppo spesso influenza la visione delle opere) e dell'anno (tutto sommato è un ciclo unico) ma almeno la tecnica non mi sarebbe dispiaciuto saperla con certezza e non immaginarla.




ORARI:
Lunedì: Chiuso
Martedì: 08:30 - 13:00 / 16:00 - 19:00
Mercoledì: 08:30 - 13:00 / 16:00 - 19:00
Giovedì: 08:30 - 13:00 / 16:00 - 19:00
Venerdì: 08:30 - 13:00 / 16:00 - 19:00
Sabato: 08:30 - 13:00 / 16:00 - 19:00
Domenica: 10:00 - 12:30 / 15:00 - 19:00

INGRESSO LIBERO.

INFO:
0541.793851 - 704414
musei@comune.rimini.it
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001